domenica 26 febbraio 2012

1) Il libro preferito

Su facebook è da poco partita un'iniziativa molto carina: si chiama 30 giorni di libri. In pratica, consiste nell'indicare, giorno per giorno, il libro che, secondo il proprio gusto e le proprie affinità elettive, corrisponde a un elenco predefinito:

1) Il tuo libro preferito.
2) La tua citazione preferita.
3) Il tuo personaggio preferito di un libro che hai letto.
4) Il libro più brutto che tu abbia mai letto.
5) Il libro più lungo che tu abbia mai letto.
6) Il libro più corto che tu abbia mai letto.
7) Il libro che ti descrive.
8) Un libro che consiglieresti.
9) Un libro che ti ha fatto crescere.
10) Un libro del tuo autore preferito.
11) Un libro che prima amavi e che ora odi.
12) Un libro che non ti stancherai mai di rileggere.
13) Il libro che in questo momento hai sulla scrivania.
14) Il libro che stai leggendo in questo periodo.
15) Apri il primo libro che ti capita tra le mani ad una pagina a caso, inserisci la foto e la prima frase che ti salta agli occhi.
16) La tua copertina preferita.
17) Il personaggio che vorresti impersonare per un giorno.
18) Il primo libro che hai letto.
19) Un libro il cui film ti ha deluso.
20) Un libro dove hai ritrovato un personaggio che ti rappresentasse.
21) Un libro che ti ha consigliato una persona importante per te.
22) Un libro che hai letto da piccola.
23) Un libro che ti ha stupito (in positivo o in negativo) a scapito delle recensioni. 
24) Il libro che ti fa fuggire dal mondo.
25) Un libro che hai scoperto da poco.
26) Un libro che conosci da sempre.
27) Un libro che vorresti aver scritto.
28) Un libro che farai leggere ai tuoi figli.
29) Un libro che devi ancora leggere.
30) Un libro che ti ha commosso.

Il mio 1) è Il giovane Holden di J.D. Salinger.
E' il libro che preferisco in assoluto è, anche se la traduzione italiana del titolo purtroppo fa perdere molto del significato (in originale sarebbe The catcher in the rye). Sono particolarmente legata a questo libro e ne ricordo ogni dettaglio: lo comprai durante un viaggio a Roma, alla Feltrinelli  vicino la Fontana di Trevi, e lo lessi durante le vacanze di Natale, divorandolo in poco più di 24 ore. Me ne sono innamorata subito, sarà perché ho avuto la fortuna di leggerlo la prima volta mentre avevo la stessa età e lo stesso umore del protagonista, stessi sentimenti, stesso atteggiamento nei confronti della perdita di una persona importante. L'estate successiva, comprai la versione inglese all'aeroporto di Edimburgo di ritorno dal soggiorno-vacanza di un mese.
E' un libro che ho riletto tutti gli anni nello stesso periodo dell'anno e, anche se sono cresciuta e qualcosa in me è cambiato, rimane IL LIBRO, quello con le pagine usurate dalla lettura, quello che porterei in capo al mondo, quello che mai mi abbandonerà.

2 commenti:

  1. Salinger, uno psicopatico che ricorda da vicino un mio eroe musicale dal nome Syd Barrett, ha scritto un romanzo di formazione perfetto.Che puoi rileggere sempre, ad ogni stagione della tua vita.E che sempre ti regala nuove suggestioni.
    Sarebbe bello rispondere a tutti e trenta suggerimenti,ma temo che sarei stucchevole:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me dovresti aderire anche tu :)
      Avresti modo di andare oltre i 10 libri da portare su un'isola deserta, senza contare che sono molto curiosa :)

      Elimina