giovedì 1 marzo 2012

5) Il libro più lungo

Dopo un controllo incrociato, ho potuto appurare che il libro più lungo che io abbia mai letto è La cattedrale del mare, di Ildefonso Falcones.
I degni avversari per questa insolita sfida erano La papessa, di Donna Woolfolk Cross e I promessi sposi, di (non ce ne sarebbe bisogno ma per correttezza di forma...) Alessandro Manzoni.

Il libro è una lunga epopea ambientata a Barcellona nel XIV secolo: inizia con lo stupro che causa (forse) il concepimento di quello che, successivamente, sarà il protagonista, Arnau Estanyol, un servo della gleba fuggito, ancora bambino, dalla propria condizione assieme al padre. Grazie a impegno e molta forza di volontà, Arnau riesce a scalare la piramide sociale, passando attraverso amori, colpi di scena, grandi responsabilità, scandali, tradimenti, giungendo persino ad ottenere il titolo di Barone e di Console del Mare. Questa evoluzione, vissuta fra mille vicissitudini personali e storiche, ha sempre come sfondo la chiesa di Santa María del Mar, cui il protagonista è indissolubilmente legato, inizialmente come semplice trasportatore di pietre, ed infine come ricco banchiere che contribuisce al finanziamento dell'importantissimo luogo di culto. Il romanzo si conclude con la cerimonia di inaugurazione della chiesa di Santa Maria del Mar, cui un Arnau sessantatreenne assiste assieme alla moglie e al figlio Bernat.
Sintetizzato così, il libro non pare proprio granché ma è il classico esempio di tomo (642 pagine, mica pizza e fichi) da volar via in pochi giorni: la storia è avvincente e mai mediocre, lo stile di scrittura fluido e accattivante.
Ricordo che La cattedrale del mare fu lo svago ideale durante un'influenza estiva: 10 giorni passati mangiando gelato e libri, immersa di tanto in tanto nella piscinetta di gomma di mio cugino per far calare la febbre, all'ombra della palma e della magnolia in giardino. Quasi quasi lo rifaccio...

4 commenti:

  1. Letto,aihmè,fra uno sbadiglio e l'altro...Mi sa che ero io a non essere ben predisposto.
    Il libro più lungo ? Forse i Racconti di Kolyma di Salamov.Lungo e doloroso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uff... Ma solo io ho apprezzato questo libro?? Non me ne capacito.

      Elimina
  2. posso dire il libro più lungo mai letto?
    L'Ulisse di Joyce... prima o poi ce la farò!
    un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, Ulysses è una pietra miliare che ancora mi manca: ho desistito, lo ammetto!

      Elimina