martedì 27 marzo 2012

Una scomoda verità

Oggi mi sono resa conto di non saper raccontare i viaggi.
O meglio, a voce non riesco proprio a dar sfogo ai ricordi e alla fantasia. Mi limito a dire cose tipo È stato bello, Sono stata bene, È tutto bellissimo oppure Eh no, mi aspettavo meglio.
Poi, scrivendo, riesco a dar vita a tutto quello che ho assimilato: colori, odori, musiche e vere e proprie sinfonie.
Appena uscita dalla redazione, mi ha chiamata un conoscente che non sentivo da parecchi mesi: dove sei stata di bello?, mi chiede. E io mi limito ad enunciare le ultime tappe degne di nota, Irlanda e Parigi.
Avremo sempre Parigi - Gennaio 2012
Lui, che vive facendo l'istruttore di snowboard, di sci, la guida turistica in bicicletta, viaggia tutto l'anno, ed è appena tornato dall'Egitto, mi racconta le ultime avventure come fosse una guida Lonely Planet. Anzi, forse meglio perché spiega con entusiasmo, con colore e quella vivacità che piace tanto a noi scribacchini.
Dai raccontami com'è l'Irlanda che non ci sono mai stato!, mi incalza.
Eh! Bella! Dublino molto vivibile, bella, tanta birra... Belfast è molto diversa da come la descrivono... E poi le coste dell'Irlanda del Nord! Stupende!
E lui: Ma dai, non mi dire...
Irlanda del Nord, Causeway - Novembre 2011
E io... Io mi sono sentita veramente scema perché riesco a parlare senza ostacoli di qualsivoglia argomento, anche il più cretino o il più elevato, anche se non ho nemmeno una vaga idea di cosa io stessa stia dicendo (ma questa è LA DOTE per eccellenza della mia categoria. Siam braaaavi ragazzi, in fondo).
Eppure, dei viaggi, non so dir nulla...  È uno dei piaceri della vita a cui non rinuncio nemmeno se sono in bolletta, prendo 5 o 6 aerei all'anno, senza contare treni e macchine. Niente da fare, farfugliamenti indistinti, tono imbarazzato e tentennante, scena muta con tanto di espressione facciale degna di un cespuglio divorato dai pidocchi.


5 commenti:

  1. Ciao Alessandra. Sempre simpatici e piacevoli da leggere i tuoi post, mi mettono subito di buonumore :) Se mi permetti, visto come punti la macchina fotografica, mi pare che il tuo senso di libertà sia molto forte. Una fotografia spesso parla più di mille parole. Ciao Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace il cielo senza limiti, si nota ;)
      Ti ringrazio, troppo gentile! Sai che ho preso spunto da un tuo post per una recensione su Allevi per il giornale su cui scrivo??

      Elimina
    2. Bene, non posso che esserne felice. Hai fatto benissimo. Avendolo conosciuto, posso dirti che è assolutamente come si propone, non è costruito. Anch'io, sbagliando ero prevenuto, ma ho cambiato idea... mi piace per la sua positività assoluta e per come si rapporta con le persone. Adesso mi hai incuriosito, se vorrai farmelo leggere puoi inviarlo alla mail: 8emmebyrock@gmail.com Grazie per qualunque decisione prenderai. Alla prossima e..cieli azzurri :) Marco

      Elimina
  2. Se è per questo io non sono nemmeno in grado di prendere un aereo :)

    RispondiElimina