domenica 1 aprile 2012

13) Il libro che in questo momento ho sulla scrivania

Io, la classica scrivania da camera, non ce l'ho più. Un paio di anni fa, è stata sostituita da una cassettiera con specchio su cui appoggio/ripongo qualsiasi cosa in attesa di collocazione più precisa.
Per l'appunto, la cassettiera in questione al momento annovera:
- cestino contenente elastici, spille, spillette, cerchietti, spazzola, pettine e cose utili a domare la chioma ribelle.
- cassetti contenenti tutti gli orecchini che possiedo
- bustona trucchi
- lacca
- assortimento creme, cremine, profumi
La Fede, l'Arno, Ponte Vecchio 
- collane
- varie cartoline infilate nello specchio
- Una foto che ritrae me e Giulio, l'ultimo cugino nato nella nostra stramba famiglia
- Una foto della gita a Firenze con la Federica
- 4 cornici formato 13x18 ancora da riempire
- altre foto fatte stampare appositamente per le cornici sopra citate ma sbagliando il formato
- L'amore ai tempi del colera, Gabriel Garcia Marquez
- Ti ho sposato per allegria, Natalia Ginzburg
- Il mini dizionario italiano-spagnolo
- Biscotti e sospetti, Stefania Bertola
- Una decina di Moleskine tra usati e ancora intonsi
- Gli ultimi due numeri di Panorama Travel
- vari biglietti di cinema, musei, mostre sparsi qua e là
Basta? Credo di sì, anche se all'appello manca parecchia polvere che spesso decide di prendere residenza e tenermi compagnia per svariati giorni o addirittura settimane.

Ecco, invece sulla mia scrivania in redazione tengo un libro che a volte leggo, sfoglio o consulto durante la pausa pranzo: Argentina, guida rapida a usi, costumi e tradizioni, di Moira Pulino, traduttrice professionista nata a Buenos Aires da padre italiano e madre argentina che racconta il suo paese di origine, dando particolare risalto a tutte le peculiarità che caratterizzano uno stato ricco di bellezza, di storia e di tradizioni.
L'autrice illustra con autentica passione la cultura di un paese che, di primo acchito, sembra affine all'Italia ma che ancora è fonte di suggestione senza fine.
Questo libro staziona sulla mia scrivania perché rappresenta il viaggio che più desidero fare: biglietto di sola andata per Buenos Aires, la capitale e, a seguire, la discesa di tutta l'Argentina fino a Ushuaia, la punta estrema della Patagonia, la fin del mundo.

La mia Fufa 
E a proposito di viaggi raccontati in modo SUPERBO, consiglio la lettura di http://scusateiovado.com/.










Nessun commento:

Posta un commento