venerdì 30 novembre 2012

Ci fosse ancora Vanna Marchi

C'ho un problema serio.
Perché comincio ad averci una certa età e il lavoro richiede sempre più un abbigliamento non dico elegante e formale, ma quanto meno che non mi faccia sembrare appena promossa all'esame di terza media.
Ma il problema non è questo... Sono ancora in grado di  gestirmi il guardaroba, anche se di tanto tanto azzardo di prima mattina jeans strappati e maglietta di David Bowie.
Il vero problema, attenzione, è che qualche anno fa ho comprato un paio di pantaloni che mi piacevano veramente un sacco: blu scuro, semplici e dal taglio perfetto, comodi, adatti ad ogni situazione. E capaci di portarmi una sfiga incalcolabile ogni sacrosanta volta che li indosso.
Sono con le amiche? Litighiamo. Sono al lavoro? Il cazziatone è assicurato. Faccio cadere cose, rovescio bicchieri, inciampo, non ne azzecco una: la mia connaturata maldestrezza è amplificata e la malasorte mi colpisce a colpo sicuro.
Questo è un appello accorato: ditemi, li fanno apposta capi d'abbigliamento disgraziati  per mettere alla prova l'autocontrollo degli ignari acquirenti? E, soprattutto, esiste un rito capace di liberare i pantaloni da questo carico di calamità? Un apposito esorcista?
Davvero, vorrei ricominciare a indossarli a cuor leggero.

14 commenti:

  1. Lavali nell'acqua santa, prega san Levi's, stirali con un crocifisso, e poi fatti curare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente crocifissi per me... Essendo io sbattezzata, temo che i rimedi da te consigliati potrebbero sortire l'effetto contrario ;)

      Elimina
  2. Anche mia nonna mi ha sempre consigliato il rimedio di Saziozero.
    Nella variante preghiera a Valeria Marini in caso di gonna posseduta che fa sì che ti ritrovi sistematicamente con le gambe all'aria e il deretano scoperto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddeo, è già capitato pure quello. Non mi ci far pensare, te ne prego.

      Elimina
  3. prega San Coccolino!!! oppure compra un altro paio di pantaloni :D

    RispondiElimina
  4. Io avevo una minigonna che produceva gli stessi effetti nefasti. Da quando ho smesso di farmi la ceretta, e non la indosso più, il destino è tornato a sorridermi :) Quindi : getta il pantalone, mettitti un bel tubino e riconquista la fortuna :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmm... il pensiero delle tue gambe cerettate è molto sexy ;)

      Elimina
  5. ....io, invece, avevo una maglietta TAGLIA MEDIUM ...che mi metteva in contatto con dell'abbigliamento che avevo già buttato...
    (ok..questo è il primo e ultimo commento che farò..te lo prometto...!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah! no vabbè, ci ho messo un po' a capirla ma mi è piaciuta :)

      Elimina
  6. Non so bene perché. Ma mi hai fatto venire fame.
    Comunque io fossi in te li indosserei, sfidandoli. E ci farei vedere, io. A sti porta sfiga maledetti. Tzé.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no no... non ce la faccio, sono troppo scaramantica...

      Elimina
  7. Non lo so. Io pure ho abiti che secondo me portano sfiga. Per quanto mi riguarda, da buona persona pragmatica quale sono, ho semplicemente risolto non indossandoli più! :)
    (Però non è che vado a dire in giro che non li indosso perché mi portano sfiga: generalmente sto sul vago e dico che non mi piace come mi stanno/non mi piacciono più! Che va bene essere superstiziosi, ma essere pure considerati un po' suonati, anche no!! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai cercando di dirmi che sono una pazza squilibrata e non faccio nulla per nasconderlo?? ;)

      Elimina