sabato 23 febbraio 2013

Il futuro non ha l'oro in bocca

"Non ti senti male al pensiero di dare tutto e non valere niente?"
"Sì, moltissimo".

La vita del precario è questa. È impegnarsi per raggiungere i propri obiettivi e vedere la propria professionalità calpestata ogni giorno da chi, prima di me, ha rovinato un Paese.
È avere appiccicata al collo un'etichetta con la data di scadenza, è una corsa contro il tempo prima di essere emarginati dal mercato di quelli che possono valere qualcosa.
È non sapere se e quando si sarà in grado di pagare l'affitto, è avere contratti che valgono meno della carta igienica, è un perenne senso di impotenza, è dover fronteggiare difficoltà che non abbiamo desiderato.
È la rabbia di essere perennemente valutati come ultimi anelli della catena alimentare e in base al parametro "tutti sono utili, nessuno è indispensabile".
È avere voglia di arrendersi e non poterlo fare.

Domani e lunedì, votate. Votate seguendo l'istinto di conservazione, votate pensando che tra 10 anni io, e tanti tanti troppi altri, potremmo ancora essere qui, con la data di scadenza prossima alla fine.

10 commenti:

  1. io spero di fare la scelta migliore.. per tutti noi!

    RispondiElimina
  2. Ciao, mi duole comunicarti che ti ho citato qui http://sullastrada1.blogspot.it/2013/02/liebster-blog-award.html per il Liebster blog award. Se ti va, tieni vivo il giochino, altrimenti fregatene:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio grazie! Però metti il titolo giusto, altrimenti non si capisce ;D

      Elimina
  3. Io sono per una Rivoluzione Civile...anche io son due giorni che faccio appello al voto..è fondamentale ! Buon voto allora ;)

    RispondiElimina
  4. Mai come a questo giro sono stata tormentata dal voto e dal senso del dovere. Alla fine ho votato con coscienza e convinzione. Ma mi è venuto il latte alle ginocchia (per non essere volgare) a sentire miei amici che hanno votato X e Y solo perchè lo diceva quel tal personaggio sul suo profilo Facebook, o altri che non sapevano nemmeno che candidato corrispondesse alla lista che avevano votato al Senato.
    Sono casi come questi che mi fanno perdere fiducia nel futuro del nostro Paese: menefreghismo, mancanza di passione e disinformazione consapevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'hai proprio detta giusta: menefreghismo, mancanza di passione e disinformazione.

      Elimina