venerdì 31 maggio 2013

Incapacemente casalinga

Volevo dire che ci sono tre cose con le quali mi sono scontrata, perdendo miseramente, da quando abito da sola.
La prima sono le date di scadenza dei prodotti, soprattutto quelli del banco frigo. Ma sono riuscita a far scadere anche del pan carré confezionato.
Il problema è che, semplicemente, non ci penso. Non riesco veramente a concepire che io, quel formaggino cremoso, debba mangiarlo non quando ne ho voglia, bensì prima che inizi a decomporsi. Probabilmente è così che funziona l'istinto di maternità, che non ho.
La seconda sono i soffiatori di foglie. Questa è una figura lavorativa di indiscutibile utilità che, però, sceglie sempre il sabato mattina per soffiare via dalla carreggiata le dannatissime foglie secche, preferibilmente tra le 6 e le 8 del mattino. In provincia non esistevano e, ingenuamente, non ho mai pensato che andare ad abitare al primo piano potesse mettermi in una situazione di perniciosa angoscia ogni volta che odo comparire all'orizzonte questi ghostbuster dei nostri giorni.
Va bene, lo ammetto, sono i miei nemici numero uno insieme alle vecchie che al supermercato tastano TUTTA LA FRUTTA. Senza guanti.
La terza sono i miei capelli nello scarico della doccia che, insieme a quelli della mia coinquilina, sfuggono al nostro controllo e ogni mese formano un organismo vivente geneticamente modificato dotato di intelletto e capace di mettere sotto assedio l'intera rete fognaria. So che il solo pensiero fa rabbrividire, ma le ragazze alla lettura con i capelli lunghi conoscono bene il problema che ci affligge.
Non essendo io capace di utilizzare la ventosa (qualcuno mi spieghi cosa caspita devo fare perché questo arnese sia di qualche utilità) e dopo aver chiesto inutilmente ausilio a quell'incompetente di MrMuscoloIdraulico, pochi giorni fa, presa dallo sconforto, ho rovesciato nello scarico ben due lattine di Coca Cola, memore della leggenda metropolitana che ne descrive le proprietà corrosive come capaci di sciogliere completamente una moneta da 5 centesimi in poche ore.
Ovviamente non ho risolto niente.
E basta, non c'è un lieto fine.
Se qualcuno vuole darmi ripetizioni di casalingaggine è pregato di inviare una mail possibilmente SENZA contenuti pornografici.

20 commenti:

  1. 1) usa i post-it colorati e metteli sugli alimenti con la scadenza scritta in grosso
    2) Tappi per le orecchie
    3) usa la coca cola. Corrode tutto, soprattutto la materia organica. con una lattina sgorghi una cloaca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo la coca cola non ha dato i risultati sperati e, inoltre, i per le orecchie mi danno fastidio! :P

      Elimina
  2. ...no...non credo di poterti dare ripetizioni di casalingaggine..ma i capelli lunghi nello scarico della doccia ERANO anche un mio problema..ho risolto acquistando una specie di "filtro" in plastica bucherellato che lascia passare l'acqua ma che raccoglie tutti i capelli...certo, ogni volta che fai la doccia devi ripulirlo, ma almeno lo scarico non si intasa più..prova ad andare in ferramenta ;)
    Ciauuu

    RispondiElimina
  3. uhhh... i soffiatori di foglie cheppalle! delle volte li sentivo alle 5.30... alle 5.30!!
    Una mia amica ha fatto un esposto in Comune, credo non sia stata l'unica perché hanno smesso di passare così presto! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui in effetti siamo a un passo dalla pubblica protesta ;)

      Elimina
  4. ah, quanto ti capisco! essere dei parrucconi ha i suoi svantaggi. io uso una specie di retina che evita che finiscano dritti nello scarico. la ventosa non so cosa sia (e non lo voglio sapere!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cavolo 'sta retina... Ma solo io non ne conoscevo l'esistenza??

      Elimina
  5. Per la doccia ci sono i filtri che metti sopra lo scarico. Certo, rimuovere il capellame vario dopo uno shampoo fa abbastanza schifo ma almeno così ti risparmi i soldi dell'idraulico :)
    Riguardo le date di scadenza ho il tuo stesso, identico, problema. A distanza di due anni ancora non riesco a "mangiare intelligente". Sigh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho appena ritrovato delle zucchine moooolto scadute nel cassetto del frigo. Sono senza speranza.

      Elimina
  6. Il dramma dei capelli nello scarico fa parte anche della mia quotidianità, ti sono vicina...

    RispondiElimina
  7. Io pensavo di essere uno che sapeva rispettare le scadenze dei prodotti poi, una volta, ho scordato per settimane un dado da brodo, a metà, nel frigo...


    ...credo di aver scoperto di cosa puzza l'inferno!

    RispondiElimina
  8. Arrivo tardi, ma l'unico valido rimedio è la retina che trattiene tutti i corpi estranei.
    Ciao, sei simpatica.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visto che tutti sapevano di questa retina tranne me, provvederò ad acquistarla!
      Grazie ;)

      Elimina
  9. Se ti può consolare sono sposata e faccio la casalinga da quasi otto anni, badare alla casa e soprattutto al cibo dovrebbe essere il mio compito primario, ma ho sempre qualche scatoletta scaduta nella dispensa e ogni 3x2 anche una busta di insalata, della frutta o della verdura che si decompongono in frigorifero.
    Di solito accade perché quando in casa ho l'insalata (o il mais, o i fagioli, o la composta di mele) non ho nessuna voglia di mangiarla. Quando mi va dell'insalata non ce l'ho MAI, e questo mi spinge, alla spesa successiva, a comprarne quaranta chili "perché così è lì pronta per quando mi va" pur sapendo che ha una scadenza precisa e potrei non averne voglia prima che arrivi.
    Dovremmo poter sviluppare la nostra mente al punto da materializzare quello che ci va di mangiare nel momento stesso in cui ci pensiamo con una certa intensità, ecco.

    Per i capelli nello scarico (anch'io li porto lunghi, in questo periodo li semino ovunque), ho risolto il problema a monte sposando un idraulico che regolarmente smonta mezza vasca e libera lo scarico dalla pantegana maleodorante. Ma, sempre se ti può consolare, prima che lo faccia glielo devo dire duecento volte. Il che significa che nel frattempo mi ritrovo a fare duecento docce con l'acqua che, scorrendo lentamente, mi si accumula fino alla caviglia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sposare un idraulico dici...? Ma esistono ancora?? Mai una volta che ne riesca a reperire uno quando serve!!

      Elimina