venerdì 20 settembre 2013

Un attimo di attenzione, grazie

Chi è tutta sta gente?
Sono giornalisti, ahinoi.
Cosa ci faccio io lì in mezzo?
AHAHAHAH.
Perché abbiamo dei cestini della spesa?
Ecco, questo ora ve lo spiego meglio.
Si tratta di un qualcosa per cui ho messo volentieri a disposizione il mio faccione, anche se non meriterei cotanta credibilità.

Il progetto si chiama PARMA FACCIAMO SQUADRA e si pone l'obiettivo di sostenere le realtà locali che già da tempo si occupano di persone in difficoltà attraverso la distribuzione di pasti gratuiti e mettendo a disposizione generi alimentari di prima necessità.
A dare il via al progetto sono i grandi giocatori del Parma FC in campo negli anni '90 che, in questa occasione, hanno ri-fatto squadra per sostenere quella che è stata per lungo tempo la loro città e con la quale hanno mantenuto legami importanti: Nevio Scala, Lorenzo Minotti, Sandro Melli, Luigi Apolloni, Alberto Di Chiara, Fausto Pizzi, Marco Osio, Marco Ferrari, Luca Bucci, Gabriele Pin, Cornelio Donati hanno creato una catena di solidarietà a cui stanno prendendo parte varie associazioni e categorie del territorio, tra cui pure i giornalisti (visto? un cuore ce l'abbiamo pure noi).
Ora, come testimonial della campagna, mi sento investita di una responsabilità che probabilmente è più grande di me ma, nonostante i miei mezzi limitati, vorrei comunque tentare di comunicare che sono consapevole del fatto che in ogni parte di Italia l'emergenza non cessa mai di esistere e, per onestà intellettuale, sono consapevole di voler cercare di tirare l'acqua al mio mulino.
Chiunque di voi legga queste righe, che decida o meno di contribuire a questa campagna di raccolta fondi, deve altrettanto essere consapevole a Parma troverà sempre persone, volti, sorrisi, voci accoglienti. Burberi, è vero, ma ospitali e sempre pronti a non lasciare il prossimo in difficoltà. Perchè l'Emilia è così, l'Emilia sta in piedi e aiuta gli altri a rialzarsi. Terremoti, esondazioni, crisi, scandali, amministrazioni comunali di dubbio gusto. Non importa. Noi sappiamo come ci si rimette in piedi.
A Parma troverete una città bella oltre ogni immaginazione, una città ancora provinciale che sa conquistare con la sua cucina piena di burro e Formaggio, con le biciclette che attentano alla vita dei pedoni e con la luce gialla dei lampioni ottocenteschi.
Se qualcuno fosse tentato di donare anche solo una cifra irrisoria, lo può fare tramite il sito www.parmafacciamosquadra.it.
In ogni caso, siete sempre i benvenuti.

3 commenti:

  1. Bella tu, bella gente e bell'iniziativa :)

    RispondiElimina
  2. Bellissima, tu. Sempre, anche in quel che fai.

    RispondiElimina
  3. decisamente un'ottima iniziativa! la descrizione della tua gente ha similitudini con la mia ( i Genovesi - burberi ma solidali ).

    RispondiElimina