lunedì 7 ottobre 2013

Femmina Omega VS Maschio Alfa

È passato più di un anno e io sono cambiata ben poco. Ero e rimango una Femmina Omega.
Che cos'è una Femmina Omega? Semplice: in termini di alfabeto greco, l'Omega equivale alla Zeta, l'opposto dell'Alfa. Di conseguenza, le due tipologie femminili fanno altrettanto: sono agli antipodi.
Una non rinuncia mai a tacchi, parrucchiere e appuntamento settimanale dall'estetista, l'altra è già tanto se si ricorda di pettinarsi prima di uscire di casa.
Come qualificatissima rappresentante del genere, ci tengo a precisare che la Femmina Omega non è una punkabbestia della montagnola di Bologna. La Femmina Omega ha cura di se stessa, si lava, si depila, si profuma però magari non tutto in una volta, ecco. La Femmina Omega ha qualche difficoltà nel dedicarsi con costanza alla propria femminilità, ecco.
Per esempio, in questo momento io sono pulita e profumata, indosso mutande altrettanto pulite ma di cotone color marroncino carne. Inoltre, stamattina i miei capelli avevano una piega deliziosa ma l'umidità ha ne fatto scempio e chi sono io per remare contro l'umidità, dopo 26 anni di convivenza rassegnata? Appunto.
Quindi, cosa succede quando La Femmina Omega incontra Il Maschio Alfa?
Normalmente, Maschio Alfa e Femmina Omega non frequentano gli stessi posti e difficilmente hanno amici in comune. Ovviamente, ci possono essere numerose variabili ed eccezioni. Il Maschio Alfa raramente sa cosa significa "variabili" ed "eccezioni". Ovviamente, anche in questo caso si può verificare qualche rara anomalia.
Può succedere che il MA venga a contatto con la FO in un'ambiente che è consono a entrambi: pare un'ossimoro, me ne rendo conto, ma se sono presenti fiumi di birra, cibi indigeribili e, soprattutto, giostre dove dar prova della prova idiozia allora tutto diventa più facile.
L'alcol fa miracoli, ed ecco spiegato perché la FO viene adescata mentre sta dando il meglio di sè, il che non significa ammiccare e scuotere la chioma con movenze seducenti, bensì chiedere allo sconosciuto MA "Mi tieni la borsa?" e andare a saltare per 10 minuti sui tappeti elastici dopo aver ingurgitato circa due litri di birra accompagnati da wurstel alla griglia, patatine e bretzel e, a seguire, fissare con sguardo vitreo un tizio che alla modica cifra di 5 euro dà la possibilità al pubblico astante di tentare la guida in stato di ubriachezza molesta di una bici con il manubrio montato al contrario.
I dialoghi scaturiti sono grotteschi ma ormai il danno è fatto: la Femmina Omega viene vista come un simpatico scimpanzè ubriachino con cui è possibile divertirsi e fare cose turpi, mentre il Maschio Alfa diventa l'incarnazione di una qualsiasi fantasia in stile telefilm americano.
Svaniti i vapori alcolici, il buon senso suggerirebbe che tutto dovrebbe ristabilirsi sui normali parametri (ciao ciao, ignoramoci) e invece no.
Perché non proviamo a frequentarci?
Perché non vieni a casa mia a guardare il motomondiale?
Perché non mi accompagni alla galleria d'arte?
Oggi vado in pista a girare in moto, perché non vieni?
Domani mi hanno chiesto di tenere una lezione di storia della fotografia, perché non vieni?
Perché poi va a finire che per dimenticare si passano serate
COSÌ
PERCHÉ NO.
Punto.
Se l'universo ha fatto in modo che l'olio non si mescolasse con l'acqua, che fosse impossibile starnutire ad occhi aperti, che i rossi di capelli abbiano un fototipo incompatibile con la luce del sole, che un coccodrillo non si possa accoppiare con una zebra CI SARÀ UN MOTIVO.

8 commenti:

  1. mai fidarsi degli incontri all'oktoberfest :-)

    RispondiElimina
  2. Avrei voluto esserci. PRETENDO DI ESSERCI LA PROSSIMA VOLTA.

    RispondiElimina
  3. la mutanda marrone no, però.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho qualche problema di bucato ultimamente... Erano rimaste solo quelle...

      Elimina